Israele: donna arabo-israeliana CEO di una startup contro il cancro

Israele: Donna arabo-israeliana CEO di una startup contro il cancro. Una donna araba si propone di tracciare un sentiero nel settore high tech di Israele. La Dott.ssa Amal Ayoub, una arabo-israeliana della città di Nazareth, è la fondatrice e CEO di Metallo Therapy, una startup biomedica, nata nel 2009, che ha sviluppato una tecnologia per monitorare al meglio lo sviluppo dei tumori maligni.

La Dott.ssa Amal Ayoub, laureata in fisica al Technion di Haifa e con un dottorato di ricerca in ingegneria biomedica all’Università Ben Gurion, sta lavorando duramente per dare alla propria azienda il successo commerciale che merita.

Ormai è scientificamente noto che un tumore rilevato in anticipo può essere eliminato da una combinazione di chirurgia, chemioterapia e radioterapia.

 

Quindi la questione su cui sta lavorando la Dott.ssa Ayoub è: come possiamo rilevare i tumori in anticipo?

I metodi attualmente utilizzati per diagnosticare un tumore (come ad esempio la TAC con liquido a contrasto) hanno dei limiti. Le sostanze utilizzate per il liquido a contrasto, con alcuni tipi di cancro, come per esempio il cancro della prostata, non sono efficaci perché le cellule attorno al tumore non sviluppano infiammazione, quindi non vi è la possibilità di tracciarlo chiaramente. Questa situazione porta a falsi negativi, in cui un tumore esiste ma non viene diagnosticato. Allo stesso modo, a volte c’è un’infiammazione nel corpo ma che non è correlata al cancro, ma viene riportata come falsa positiva.

La tecnologia sviluppata dalla Metallo Therapy, si basa sull’uso di nanoparticelle d’oro che consente ai medici di rilevare i tumori in anticipo. Inoltre permette loro di vedere i confini precisi del tumore e se vi sono metastasi.  Una volta iniziato il trattamento la tecnologia permetterà ai medici di determinare molto rapidamente se il trattamento è attivo o inattivo.

Queste le parole della Dott.ssa Ayoub:

L’oro è un metallo pesante e presumibilmente non interagisce con il corpo umano. Quando le nanoparticelle d’oro entrano in un tumore, con la TAC forniscono un migliore contrasto rispetto ad altri agenti contrastanti, come lo iodio.

Inoltre il team della dottoressa ha sviluppato anche un rivestimento composto da aminoacidi che rende le nanoparticelle non-tossiche.

startup arabe in israele

Attualmente sono in corso studi pre-clinici sulla sicurezza della tecnologia e sui piani di regolamentazione.

Nizar Mishael, il direttore finanziario del fondo NGT3 ha fornito alla Dott.ssa Ayoub il capitale iniziale. La startup araba è in procinto di iniziare gli studi clinici completi.

RetweeTech