Israele e Cina: una solida relazione basata su valori antichi

L’ascesa di una nuova potenza globale di solito crea tensioni con la superpotenza “in carica”, ed il duo Stati Uniti – Cina non fa eccezione.

Durante un vertice della scorsa settimana tenuto a Washington, i Presidenti Barack Obama e Xi Jinping hanno parlato dei progressi effettuati in alcuni settori, come ad esempio il cambiamento climatico, ma hanno affrontato anche questioni più controverse come i Diritti Umani.

Mentre gli Stati Uniti e la Cina stanno gestendo un rapporto difficile, Israele e Cina sono nel bel mezzo di una “storia di amore”. Con meno interessi potenzialmente contrastanti, entrambi i Paesi sono concentrati in investimenti per promuovere le affinità relazionali, culturali e storiche.

In realtà Cina e Israele non potrebbero essere più diversi. Vi è la distanza geografica, un’enorme disparità in termini di dimensioni (l’intera popolazione d’Israele è circa un terzo di quella della capitale della Cina, Pechino), divergenze culturali e del sistema politico. Ma hanno trovato punti di incontro che uniscono le due realtà, tra cui:

  • Si considerano antiche nazioni, molto importante per i cinesi che prendono la storia sul serio;
  • Forte attaccamento ai valori culturali: famiglia, educazione, etica del lavoro ed una passione per l’apprendimento.

La Cina è interessata a ciò che Israele ha da offrire in termini di innovazione tecnologica e creatività nel tentativo di migliorare l’industria e la sua crescita economica.

Il risultato è che commercio e investimenti stanno raggiungendo massimi storici e le relazioni tra i governi sono sempre più solide.

Da Alibaba a Baidu, le imprese cinesi stanno investendo in tecnologie israeliane fornendo migliaia di posti di lavoro e l’accesso al più grande mercato del mondo del consumer. Tutto questo scambio politico e economico è alla guida di un reciproco interesse. Scambi turistici e accademici sono fiorenti, sempre più israeliani sono interessati nell’apprendere la lingua cinese e sempre più cinesi sono interessati a conoscere la cultura ebraica.

Durante un ricevimento che si è tenuto la scorsa settimana per la Giornata Nazionale della Cina presso l’Ambasciata cinese a Tel Aviv, il Presidente israeliano Reuven Rivlin ha sottolineato la solidità del rapporto Israele-Cina:

Un’amicizia che onora e rispetta la più antica delle tradizioni, ma produce il più moderno sviluppo tecnologico e economico.

RetweeTech