Iperattività: un trattamento rivoluzionario senza farmaci

myndlift

Originari di Baqa Al-Gharbiya, vicino Hedera, Aziz Kaddan e Anas Abu MuKh sono stati ammessi all’Università di Haifa all’età di 16 anni e ne sono usciti, laureati in informatica, che di anni ne avevano 19. Aziz Kaddan ha già fondato la Kaddan Neuro Solution, un’azienda locale specializzata nella diagnostica informatica del disturbo chiamato Deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

Si tratta di un disturbo del comportamento le cui caratteristiche principali sono iperattività motoria, inattenzione ed impulsività. Questo disturbo rende difficile il normale sviluppo sociale dei bambini. La diagnosi e la terapia sono complesse da individuare perché la sintomatologia spesso può presentare uno o più disturbi nell’apprendimento (disgrafia, dislessia ecc.), motivo per cui anche gli insegnanti non sempre riescono a decifrare se si abbiano di fronte un bambino naturalmente esuberante o se dietro quello stato di irrequietezza perenne si nasconda altro.

Nel 2014, i due ex studenti si uniscono per creare Myndlift.

Myndlift è per insegnanti, studenti, atleti e altri professionisti i cui compiti richiedono attenzione e più in generale a tutti coloro che desiderano migliorare la capacità di concentrazione.

La questione dell’utilizzo dei farmaci è un altro aspetto su cui non vi è una linea guida precisa, anzi talvolta gli stessi medici sono addirittura contrari. Alcuni esperti sostengono che gli psicostimolanti (metilfenidato, dextroanfetamina, atomoxetina, clonidina ecc.) siano la terapia più efficace per tale disturbo, altri sostengono che dare farmaci così forti a dei bambini in pieno stadio di sviluppo sia dannoso perché presentano numerosi effetti collaterali.

Basandosi sul metodo dell’elettroencefalografia, Myndlift è un’alternativa al tradizionale trattamento dell’ADHD, solitamente effettuato con i farmaci.

myndlift

L’applicazione per dispositivi mobili Myndlift è una piattaforma che genera videogiochi per allenare il cervello. Ad esempio vi è una gara tra computer e utente la cui vittoria dipende dall’attenzione di quest’ultimo. Analogamente, l’illuminazione del display varia a seconda dell’attenzione dell’utente.

L’applicazione funziona in coppia con una “fascia” frontale chiamata Muse, anch’essa destinata ad ottimizzare l’attenzione di chi la indossa. La fascia si avvale della tecnologia dell’encefalografia che misura l’attività del cervello e trasmette in tempo reale le risposte sull’attività cerebrale dell’utente.

Supponendo che l’attenzione funzioni come un muscolo, si può definire la fascia come una sorta di tapis roulant che esercita l’allenamento.

Myndlift e Muse, utilizzate in coppia per circa 10 minuti al giorno, migliora l’attenzione dell’utente e evita che venga distratto dai rumori circostanti.

A differenza dell’uso dei farmaci Myndlift offre una terapia ad onde cerebrali dolci ed innocue accessibile a chiunque, ad un costo inferiore rispetto ai farmaci e con il vantaggio di essere abbinata ad una tecnologia basata sul divertimento.

Nel 2014 i due giovani ingegneri sono stati selezionati tra migliaia di altre startup per partecipare all’ambita MassChallenge Accelerator Program di Boston, durante la quale hanno incontrato la Dott.ssa Naomi Steiner, specialista pediatra in neurobiologia dello sviluppo, che ha contribuito allo sviluppo del prodotto.

Invitati al Braintech 2015 di Tel Aviv, un seminario sulle tecnologie cerebrali, i due giovani ingegneri hanno espresso fiducia nel futuro di questa brillante nuova soluzione.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter