Invenzione israeliana + savoir – faire francese: rivoluzione nell’industria aerea

Un trattore rivoluzionario a rimorchio semi-robotico chiamato TaxiBot, sviluppato dall’Israel Aerospace Industries (IAI) e prodotto dal fornitore francese di apparecchiature aeroportuali TLD Group, è stato recentemente distribuito nell’Aeroporto di Francoforte.

La rivoluzione di TaxiBot risiede nella costatazione che il consumo di carburante di un aereo che si muove su una pista è molto importante. Ad esempio, un 747 spende una media 1,25 tonnellate di kerosene nei 17 minuti prima del decollo. La creazione di un robot, che conduca un velivolo alla pista, riduce significativamente il consumo di kerosene.

TaxiBot: una rivoluzione

Il TaxiBot traina aerei a terra, riducendo drasticamente il consumo di carburante in pista con un importante cambiamento tecnologico: il trattore è guidato dal pilota del velivolo.

Il TaxiBot segna anche una rivoluzione in ambito economico perché con questa nuova tecnologia le compagnie aeree possono risparmiare l’8% di carburante su un volo di medio raggio, ovvero la prima voce di spesa. Se i 50 più grandi aeroporti si adattassero a questa apparecchiatura, si riuscirebbe a risparmiare circa 8 miliardi di dollari annui nella voce “carburante”. Anche l’aspetto ambientale non è da sottovalutare, dal momento che il risparmio di carburante equivale a 20 milioni di tonnellate di CO2 all’anno.

Attualmente, la presenza umana è necessaria al funzionamento del TaxiBot, per ragioni normative. In futuro, si potrebbe ridurre il costo legato all’impiego umano. Il tutto si tradurrà in una riduzione dei prezzi di voli.

Yehoshua (Shuki) Eldar, vice presidente di IAI commenta:

TaxiBot è l’unica soluzione di trasporto al mondo ad aver ricevuto la licenza necessaria per l’utilizzo negli aeroporti. Abbiamo creato una rivoluzione innovativa e rispettosa dell’ambiente all’interno del mondo dell’aviazione commerciale.

Una partnership vincente

La realizzazione di questo progetto rivoluzionario è il risultato di una partnership unica: l’inventore Israel Aerospace Industries, l’azienda produttrice francese TLD Group, specializzata nella fabbricazione di apparecchiature aeroportuali, Airbus per lo sviluppo della relazione tra il trattore e il velivolo e Siemens per la propulsione ibrida. Questo è il lavoro di 100 ingegneri e un investimento totale di 60 milioni di dollari. Il TaxiBot è stato presentato nel luglio 2013 presso l’Aeroporto di Francoforte ed a inizio 2014 ha ricevuto la certificazione.

Il TaxiBot è prodotto dalla TLD del comune francese di Sorigny, nella valle della Loira a sud della città di Tours. La fabbrica si estende su 7000 metri quadrati ed è uno dei più grandi locali industriali del TLD Group che dà lavoro a circa 280 dipendenti.

Inizialmente il dispositivo verrà utilizzato con i velivoli della compagnia aerea Lufthansa, il cui membro del Consiglio di Amministrazione Kay Kratky, afferma:

Vogliamo ridurre entro il 2050 il 50% delle nostre emissioni di carburante. Il TaxiBot ci permetterà di risparmiare più di 2,700 tonnellate di kerosene all’anno solo per l’Aeroporto di Francoforte.

Mentre Lufthansa è la prima compagnia aerea che adotterà il trattore, Air France ha annunciato di aver firmato un protocollo d’intesa sulla valutazione del nuovo sistema TaxiBot. Il protocollo consentirà ad Air France di analizzare i potenziali vantaggi tecnici ed economici del TaxiBot. Air France, TLD e IAI formeranno un gruppo di lavoro per studiare l’impatto di questo sistema nell’Aeroporto di Paris-Charles-de-Gaulle, così come i benefici di TaxiBot sotto una prospettiva ecologica.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter