Innovazione israeliana celebrata presso il Parlamento europeo

Innovazione israeliana celebrata presso il Parlamento europeo. Il Parlamento europeo ha recentemente tenuto una conferenza intitolata Innovation across borders in collaborazione con lo European Jewish Congress (EJC). L’obiettivo della conferenza è stato quello di evidenziare il grande contributo di Israele in termini di innovazione e high-tech.

Queste le parole di Frédérique Ries, europarlamentare:

La cooperazione tra Israele e l’Unione Europea, che ha avuto inizio nel 1996 e continua ancora oggi, dimostra come questo sia un rapporto benefico ancora oggi. Oltre 3.000 progetti sono stati presentati da organismi israeliani e approvati dai programmi comunitari, coinvolgendo 4.435 partecipanti. Di questi, 2.450 sono ricercatori accademici, 1.270 sono ricercatori industriali e 715 sono ricercatori provenienti da altri settori. Grazie a questi programmi, gli scienziati israeliani e l’UE hanno lavorato insieme su molte sfide che vanno dai tumori pediatrici all’irrigazione intelligente passando per la robotica e l’educazione scientifica.

Durante la conferenza sono stati presentati due progetti innovativi nel campo della fornitura di acqua e della cyber-sicurezza. Arye Kohavi ha presentato WaterGen, la startup israeliana che stupisce il mondo trasformando l’aria in acqua, che ha un notevole impatto non solo in l’Europa ma anche in tutto il mondo. L’altro progetto presentato è Cymmetria, il cui team è composto da veterani israeliani e americani di unità di forze speciali che si occupano di cyber-sicurezza. La sua tecnologia per prevenire gli attacchi hacker ha beneficiato dei finanziamenti dell’UE attraverso il programma Horizon 2020.

RetweeTech