Innovative sedie a rotelle made in Israel saranno donate ai bambini di tutto il mondo

Innovative sedie a rotelle made in Israel saranno donate ai bambini di tutto il mondo. Colorate sedie a rotelle in plastica leggera, progettate e realizzate in Israele, verranno distribuite a breve, attraverso le organizzazioni di beneficenza, ai bambini bisognosi in Israele, nei territori dell’Autorità Palestinese, in Perù e in Tagikistan, grazie alla visione di Pablo Kaplan, un ex vice presidente esecutivo della multinazionale israeliana Keter Plastic.

Kaplan e Chava Rotshtein, già due anni fa intrapresero una missione umanitaria – Wheelchairs of Hope – per la produzione di carrozzine innovative, progettate specialmente per i bambini in società in via di sviluppo. Attraverso i loro contatti con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in Svizzera, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) e il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF), appresero che circa 7 milioni di bambini necessitano di una sedia a rotelle.

Le sedie sono leggere, semplici da montare, senza manutenzione e poco costose, realizzate in plastica robusta nei colori che più piacciono ai bambini, saranno in grado di gestire anche i terreni più difficoltosi.

Le aziende israeliane Ziv-Av Engineering e la Nekuda Design Management hanno così trovato un modo per produrre le sedie per circa 100 dollari ciascuna. I prototipi, stampati con una stampante tridimensionale gigante, sono stati testati e raffinati da parte del personale dell’Alyn Hospital, il centro di riabilitazione per i bambini a Gerusalemme.

Lo scorso 7 dicembre l’Alyn Hospital ha ricevuto la prima spedizione di 250 sedie a rotelle per bambini di età inferiore ai nove anni in Israele e nei Territori dell’Autorità Palestinese, in collaborazione con l’OMS, il Ministero israeliano degli Affari Esteri, l’UNICEF, l’Israeli Innovation Authority e alcune organizzazioni di riabilitazione, tra cui la Beit Issie Shapiro di Ra’anana.

Alcune di queste sedie a rotelle sono destinate per i bambini siriani.

Inoltre, più di 600 sedie a rotelle verranno consegnate ai bambini disabili in Perù e in Tagikistan attraverso una fondazione filantropica e l’OMS.

Numerose organizzazioni mondiali, tra cui la Croce Rossa, sono interessate ad avere le sedie a portata di mano per la distribuzione in situazioni di emergenza come ad esempio nei disastri naturali.

Conclude Kaplan:

L’idea non è la sedia in sé, ma la mobilità e l’indipendenza che dà a bambini che altrimenti non avrebbero alcun accesso alla scuola o alla vita della comunità.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter