IBM amplia i suoi interessi in Israele

IBM amplia i suoi interessi in Israele. IBM, la multinazionale americana che produce e commercializza hardware, software e servizi informatici, ha recentemente annunciato che espanderà il suo Cyber ​​Centre of Excellence (CCOE) con un nuovo laboratorio a Beersheva.

Il centro di ricerca cibernetica ha già operato per quattro anni nel campus dell’Università Ben Gurion, sede in cui si è occupata di analisi della sicurezza, sicurezza del cloud e della rete, sviluppo sicuro delle applicazioni, autenticazione biometrica, protezione informatica e sicurezza dei veicoli connessi, ma ora si è trasferita in una nuova sede nel parco High Tech di Gav Yam Negev per lanciare un nuovo centro d’avanguardia, attraverso una collaborazione tra la divisione di sicurezza globale dell’azienda e la sua divisione di ricerca.

Il nuovo laboratorio è stato inaugurato da Marc van Zadelhoff, General Manager della Global Security Division di IBM, in una cerimonia alla quale hanno partecipato il sindaco di Beersheva Rubik Danilovich, l’amministratore delegato di IBM Israel Daniel Malka, il Presidente dell’Università Ben Gurion Prof.ssa Rivka Carmi e il capo dell’Excellence Center il Dott. Yaron Wolfstal.

Mentre gran parte delle attività di ricerca di IBM in Israele si svolgono presso il laboratorio di ricerca di Haifa, il più grande centro di ricerca di IBM al di fuori degli Stati Uniti è il CCOE.

Il Centro conduce ricerche che si focalizzano su aspetti della sicurezza delle informazioni in collaborazione con l’Università Ben Gurion, nonché con i clienti IBM e altre organizzazioni dell’industria cibernetica israeliana.

Si concentra inoltre su settori quali minacce interne, sicurezza delle reti di veicoli connessi, ricerca software e sviluppo di sistemi per proteggere database e nuove tecnologie per l’identificazione di malware e modelli di comportamento insoliti su dispositivi come laptop e smartphone.

IBM è un partner chiave nel far avanzare Beersheva come capitale informatica nazionale”, ha dichiarato Danilovich durante la cerimonia di inaugurazione del laboratorio.

RetweeTech