I 7 israeliani che hanno reso possibile l’impossibile

I 7 israeliani che hanno reso possibile l’impossibile. L’EMET Prize for Art, Science and Culture è un premio israeliano assegnato ogni anno ad accademici e professionisti che con il loro lavoro hanno donato un contributo significativo alla società.

L’edizione di questo anno, l’EMET 2017 è stata vinta da:

Oded Kotler, Aryeh Yevgeny – Culture and Art: Acting and Directing in the Theater
Prof. Jacob Ziv – Exact Sciences: Computer & Electronic engineering 
Prof. David Heyd – Humanities: Philosophy 
Prof. Zelig Eshhar, Prof. Alexander Levitzki – Life Sciences: Cancer research 
Prof. Assaf Razin – Social Sciences: Economics 

Il Prof. Jacob Ziv è leader nei campi di compressione dei dati, teoria dell’informazione e teoria della comunicazione statistica. Ziv è noto per il suo algoritmo universale di compressione dei dati senza perdita di informazioni, noto come il Lempel-Ziv-Welch (LZW). Un grande file di testo in inglese può essere tipicamente compresso tramite LZW a circa la metà della sua dimensione originale. Può anche essere utilizzato per comprimere file GIF, TIFF e PDF.

I professori Eshar e Levitzki, vincitori del 2017 nella categoria delle scienze della vita per la loro ricerca sul cancro, hanno progettato approcci totalmente nuovi per combattere questa malattia mortale. Zelig Eshhar è stato il primo a “reclutare il sistema immunitario per riconoscere il cancro e respingerlo” La sua terapia prevede l’estrazione delle cellule T del paziente e la loro modificazione genetica per lasciare il solo tessuto sano. Il processo, il cosiddetto “trasferimento cellulare adottivo”, prevede che le cellule modificate vengano moltiplicate al di fuori del corpo e poi reinserite nel paziente.

Queste le parole di Eshhar:

Il vero premio è che i pazienti stanno guarendo.

Alexander Levitzki sta lavorando ad una strategia per indurre una risposta immunitaria contro il tumore che discriminerebbe tra le cellule del tumore e le loro controparti normali di cellule. Levitzki ha affermato che la ricerca sul cancro in generale, è ancora solo nelle sue fasi iniziali e spera che la vincita del premio EMET possa ispirare giovani medici e ricercatori ad entrare nel campo della lotta contro il cancro.

David Heyd è uno studioso riconosciuto a livello nazionale i cui pensieri filosofici hanno avuto influenza sulle questioni mediche e giuridiche mediche nazionali. Ha partecipato attivamente ai dibattiti pubblici su – e sulla formazione di leggi e regolamenti – e su una vasta gamma di questioni bioetiche. È stato membro dei comitati governativi per eutanasia, donazione di organi e tecnologie genetiche ed è stato membro del Consiglio nazionale per la bioetica.

Oded Kotler, Aryeh Yevgeny sono i vincitori del Premio Cultura e Arte per il loro impatto sulla cultura e per il contributo fornito atto a far conoscere Israele anche sotto l’aspetto artistico.

Il Prof. Assaf Razin ha vinto il premio per la scienza sociale per aiutare a chiarire la teoria e le conseguenze della crescita della popolazione e le sue interazioni con gli ambienti economici circostanti.

Qual è la formula segreta per arrivare dove sono arrivati oggi questi vincitori? Non c’è una regola, sostengono. Ma tutti hanno elogiato le loro istituzioni accademiche e i colleghi che hanno promosso la collaborazione interdisciplinare.

RetweeTech