Dropbox acquisisce CloudOn e si posiziona in Israele

La statunitense Dropbox ha acquisito la startup israeliana CloudOn, che può contare su circa 9 milioni di utenti. CloudOn è un servizio di hosting e sincronizzazione dei file che consente agli utenti di modificare, creare e condividere file online, principalmente da Microsoft Office.

A seguito dell’acquisizione, CloudOn ora non permette a nuovi utenti di registrarsi e cesserà di esistere a marzo 2015. Il suo team di 30 persone sarà integrato con quello di Dropbox e gli uffici CloudOn di Herzliya diventeranno la sede israeliana di Dropbox. La società statunitense ha anche una sede europea a Dublino, e ha uffici a Sydney e dallo scorso anno anche a Tokyo.

Anche se l’importo della transazione non è noto, il numero di dipendenti che rappresenta la più grande acquisizione fino ad oggi effettuata da Dropbox. L’azienda americana di hosting, che sta vivendo una rapidissima crescita con oltre 300 milioni di utenti – di cui il 70% al di fuori degli Stati Uniti – , ha già acquistato più di una dozzina di start-up (Mailbox, Audiogalaxy, PiCloud, Hackpad o Snapjoy) con l’obiettivo di acquisire competenze e integrare ingegneri di alto livello per la sua squadra. L’anno scorso, la società statunitense ha assunto Dennis Woodside, ex capo della divisione di Google Americas, per guidare la sua espansione internazionale.

RetweeTech