Da Israele una nuova app per non dimenticare i bambini in auto

Da Israele una nuova app per non dimenticare i bambini in auto. Una nuova applicazione israeliana mira a ridurre al minimo il fenomeno crescente dei bambini che vengono dimenticati dai genitori nei veicoli (chiamato Sindrome del Bambino Dimenticato), un evento che spesso termina in tragedia.

L’applicazione BABY, sviluppata dalla società di sicurezza domestica Kaftor, utilizza un sensore installato sotto il seggiolino dell’auto.

Il sistema si attiva identificando la presenza del bambino seduto sul sedile dell’auto perché ne registra il peso. Se il bambino non viene tolto 2 minuti dopo l’arresto del veicolo, viene inviato un avviso al centro di emergenza e verrà inviato un messaggio SMS al telefono del conducente accompagnato da un messaggio di avviso. Il centro di emergenza contemporaneamente cercherà di contattare il genitore e un altro numero di emergenza.

Nel caso in cui il genitore non sia rintracciabile, le unità di soccorso saranno spedite alla posizione del veicolo nel più breve tempo possibile per salvare il bambino.

È l’unico sistema al mondo collegato a un centro di emergenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che offre protezione immediata.  Il sistema funziona in modo indipendente, ogni volta che si accede e si esce dal veicolo.

Il CEO Toby Cohen ha affermato che “il fenomeno di dimenticare i bambini in un’auto è triste e tragico: la nuova tecnologia è destinata a ogni genitore, baby sitter, nonni, zii e a qualsiasi altra persona responsabile di un bambino“.

L’app per non dimenticare i bambini in auto in realtà è solo uno dei sistemi messi a punto dall’azienda. Nel portfolio vi sono anche sistemi di immediato soccorso in caso di incidente stradale, malore del conducente e avvisi per mantenere un comportamento corretto alla guida.

RetweeTech