Da Israele una innovativa terapia per la vaginosi batterica cronica

Israele innovativa terapia vaginosi batterica cronica

Ricercatori israeliani hanno scoperto una terapia innovativa per la vaginosi batterica cronica (BV) utilizzando liquido vaginale trapiantato da un donatore sano.

Pubblicato il 7 ottobre sulla rivista Nature Medicine, lo studio è il primo che dimostra l’efficacia del trapianto di microbioma vaginale (VMT) nel trattamento della vaginosi batterica.

Lo studio su cinque donne di età compresa tra i 27 e i 47 anni è stato condotto dalla dottoressa Ahinoam Lev-Sagie, ostetrica-ginecologa ed un esperta in disturbi vulvovaginali presso l’Hadassah Medical Center di Gerusalemme, in collaborazione con il Prof. Eran Elinav, esperto di microbiomi del Weizmann Institute of Science di Rehovot.

Quattro delle cinque donne hanno avuto una remissione completa a lungo termine dopo una o tre procedure del trapianto di microbioma vaginale, che hanno reso necessario un cambio di donatore in una paziente, senza effetti collaterali. La quinta donna ha mostrato un miglioramento parziale.

La dott.ssa Lev-Sagie a ISRAEL21c ha dichiarato:

“I risultati sono stati immediati e il cambiamento visto nel microbioma è impressionante. La vaginosi batterica colpisce da un terzo a metà di tutte le donne nel mondo, con un sottogruppo di almeno il 4,4% di tutte le donne che soffrono di una forma grave ed intrattabile di questa malattia”.

Il trapianto di microbioma vaginale è stato ideato da uno dei principali autori dello studio, il ricercatore di biologia molecolare Debra Goldman-Wohl dell’Hadassah, il centro medico affiliato all’Università Ebraica.

Il microbioma batterico vaginale

Debra Goldman-Wohl ha teorizzato che se i trapianti fecali possono normalizzare un microbioma intestinale sbilanciato (batteri che risiedono nell’intestino), i trapianti di liquido vaginale potrebbero normalizzare un microbioma vaginale sbilanciato.

Il conseguente cambiamento nel microbioma batterico vaginale porta a sintomi spiacevoli e un rischio di problemi di fertilità, complicanze legate alla gravidanza, parto prematuro e altre complicazioni ostetriche e ginecologiche.

Sono previsti ulteriori studi clinici randomizzati, controllati con placebo, per determinare ulteriormente l’efficacia terapeutica del trapianto di microbioma vaginale nelle donne con vaginosi batterica cronica.

RetweeTech