Da Israele un dispositivo per l’incontinenza urinaria

Trendlines Labs, il braccio che si occupa di innovazione per The Trendlines Group Ltd. ha sviluppato una soluzione non chirurgica e che non coinvolge farmaci per mitigare una forma di incontinenza che colpisce circa 15 milioni di donne nei soli Stati Uniti. La SUI (Stress Urinary Incontinence) è causata dall’indebolimento dei muscoli dello sfintere o dall’indebolimento del pavimento pelvico, e può verificarsi quando la vescica, la vagina, l’utero e il retto sono sottoposti a stress.

Il dispositivo fornirà alle donne che soffrono di questa condizione un trattamento da poter effettuare semplicemente a casa. Il dispositivo si basa sui principi della fisica ed introduce una piccola quantità di gas nella vescica. I gas attiveranno una naturale risposta che eliminerà o diminuirà notevolmente la perdita involontaria di urina. Il dispositivo è sottile, sterile, biocompatibile e permetterà alla paziente di inserirlo manualmente ed autonomamente nell’uretra. Premendo un pulsante, una piccola e predefinita dose di gas verrà rilasciata nella vescica, generando un sollievo immediato.

Nel quadro dell’accordo di collaborazione, la Trendlines Labs e il Singapore General Hospital lavoreranno insieme utilizzando la tecnologia per implementare la sperimentazione clinica presso l’ospedale, dove si svolgeranno sia la gestione che la raccolta dei dati clinici.

RetweeTech