Da Israele un dispositivo di sutura per l’ernia di nuova generazione

Da Israele un dispositivo di sutura per l’ernia di nuova generazione. Secondo il National Center for Health Statistics, solo negli Stati Uniti sono circa 5 milioni i pazienti che soffrono di ernia. Generalmente si interviene per via chirurgica ed oggi molte ernie vengono trattate per via laparoscopica la quale risulta essere meno invasiva.

Poiché la sutura di una incisione laparoscopica è particolarmente difficile, l’israeliana ViaSurgical ha inventato un modo per chiudere la ferita in modo semplice e mininvasivo. Si tratta di un dispositivo, FasTouch, che non lascia cicatrici e consente la creazione di un forte legame dei tessuti. In termini tecnici, il dispositivo rilascia materiale protesico ai tessuti molli.

Il sistema FasTouch causa un minor numero di complicanze, meno dolore post-operatorio e un recupero più rapido del paziente.

Lo scorso mese di maggio, il primo lotto di dispositivi FasTouch è stato spedito dalla fabbrica israeliana al distributore statunitense Progressive Medical.

Queste le parole di Lena Levin Co-founder di ViaSurgical:

I chirurghi sono entusiasti. L’ernia è uno degli interventi chirurgici più comuni.

FasTouch è stato approvato dalla Food and Drug Administration nel 2014 e ha ricevuto un’ulteriore approvazione nel 2016 per le modifiche apportare al design del prototipo.

RetweeTech