Cyber-sicurezza: Intel guarda a Israele per la prossima grande sfida informatica

Cyber-sicurezza: Intel guarda a Israele per la prossima grande sfida informatica. Intel ha aderito a Team8, una azienda fondata da Nadav Zafrir, Israel Grimberg e Liran Grinberg, che aiuta gli imprenditori ad affrontare i problemi di sicurezza informatica. Team8 non investe in società di sicurezza informatica, ma le crea.

Intel entrerà come partner strategico e contribuirà con la formazione di aziende che quotidianamente affrontano i maggiori problemi di sicurezza informatica.

Intel, il maggiore produttore di chip al mondo, si unirà dunque ad altri grandi nomi: Microsoft, Cisco, Qualcomm, AT & T, Citigroup, Accenture, Nokia, Bessemer Venture Partners e Alphabet

Israele ha circa 450 startup informatiche, che ricevono il 20 per cento degli investimenti globali del settore.

Team8 ha già lanciato due società informatiche – Claroty e Illusive Networks – e altre due verranno lanciate a breve.

Illusive Networks, con sede a Tel Aviv e fondata da Ofer Israeli, ha sviluppato un software che protegge i dati senza bloccare l’accesso ai propri sistemi. Anche se qualcuno dovesse ottenere un accesso non autorizzato alla rete aziendale, il software crea una serie di server fittizi che funzionano da esca e che ingannano l’hacker. Questa tecnologia non impedisce l’accesso non autorizzato, ma non consente all’hacker di rubare informazioni. La società ha fatto ingresso nel mercato giapponese lo scorso anno. Intel collaborerà anche con Illusive networks estendendo la tecnologia informatica dell’inganno dal software all’hardware.

Queste le parole del fondatore di Team8, Nadav Zafrir:

Insieme ad Intel saremo in grado di affrontare i [cyber] problemi prima che emergano.

RetweeTech