Clara: il chatbot israeliano che potrebbe diagnosticare l’Alzheimer in anticipo

Clara chatbot israeliano diagnosticare Alzheimer

Centinaia di farmaci sono stati sviluppati per affrontare la malattia di Alzheimer. Nessuno di questi è stato considerato efficace secondo afferma il Dr. Shahar Arzy, direttore del laboratorio di neuropsichiatria computazionale presso l’Hadassah Hebrew University Medical Center di Gerusalemme.

Il dott. Arzy e i suoi colleghi hanno quindi sviluppato un sistema computerizzato per individuare i primi segni dell’Alzheimer.

Il sistema, soprannominato Clara (“un riferimento alla “chiarezza della mente”, dice Arzy), è un chatbot basato sull’intelligenza artificiale che pone ai pazienti domande su se stessi e sulle loro relazioni con persone, luoghi ed eventi.

Come lavora Clara

Clara utilizza quindi l’apprendimento automatico per confrontare tali informazioni con una base di dati di riferimento al fine di generare un test computerizzato su misura per l’individuo specifico in grado di diagnosticare l’Alzheimer molto presto.

Il team di Arzy ha pubblicato i risultati della ricerca nel Proceedings of the National Academy of Sciences e nella rivista Neuropsychology dell’American Psychological Association, dimostrando che il metodo è accurato al 95%.

Il lavoro di Arzy su Clara si basa su una comprensione relativamente recente di come funziona il cervello e di ciò che l’Alzheimer gli fa. L’Alzheimer colpisce il “sistema di orientamento” del cervello che determina il modo in cui una persona si relaziona con il mondo esterno.

Il dott. Arzy, come riporta Israel21c, ha affermato:

“E’ facile testare la memoria. Posso darti tre parole e chiederti di recuperarle. È molto diverso dall’elaborazione di relazioni specifiche”.

Un paziente potrebbe riconoscere il coniuge e il medico, ma non essere in grado di distinguere con quale persona è più legata.

L’orientamento può essere misurato con una risonanza magnetica funzionale. Il tuo cervello si illumina in modo diverso se vedi un’immagine di tua figlia contro il figlio di qualcun altro o un’immagine generica di un bambino.

Orientamento e memoria

Solo quando i sistemi orientamento e memoria superano una certa soglia che la malattia diventa evidente. In questa fase le persone cercano aiuto, ma è già troppo tardi per avere un trattamento efficace.

La caratteristica principale di Clara è che le domande che si pongono sono prese dal sistema di orientamento personale del paziente e non sono solo domande generiche che potrebbero attingere al sistema di memoria del cervello.

Hadassah sta ora creando un centro per la malattia preclinica di Alzheimer in cui saranno disponibili un esame e un trattamento completi.

Lo sviluppo di Clara è stato uno sforzo di gruppo da parte del laboratorio di neuropsichiatria.

Durante la fase di sviluppo del chatbot, la società israeliana di sicurezza informatica Guardicore ha contribuito a garantire la sicurezza delle informazioni a Clara.

RetweeTech