Cancro al cervello: ricercatori israeliani cercano di colpire solo le cellule malate

Cancro al cervello: ricercatori israeliani cercano di colpire solo le cellule malate. Glioblastoma, una forma particolarmente aggressiva e letale di cancro al cervello, prevede una prognosi molto triste: i pazienti hanno una sopravvivenza media di circa 15 mesi dal giorno della diagnosi.

Il Dott. Dan Peer dell’Università di Tel Aviv è alla ricerca di modi per combattere i tumori del cervello utilizzando nanoparticelle che trasportano i farmaci direttamente ai siti che necessitano di un trattamento al posto di un chemioterapico più generale o di un intervento chirurgico.

Questo trattamento potrebbe ridurre al minimo gli effetti sul resto del corpo, mirando solo le cellule malate del Glioblastoma.

Il veicolo di consegna sarebbe l’RNA, una molecola di codifica, decodifica, regolazione e l’espressione dei geni. Essa rappresenta una delle tre principali macromolecole biologiche essenziali per tutte le forme di vita, insieme a DNA e proteine. Legando l’RNA ad una piattaforma di nanoparticelle, i ricercatori israeliani sperano di bypassare gli ostacoli che di solito impediscono la somministrazione del farmaco ad aree specifiche del tumore.

Somministrando i farmaci specificamente alle cellule tumorali e non a quelle sane, il trattamento avrà un minor numero di effetti collaterali e tossicità per il paziente, massimizzando l’effetto terapeutico dei farmaci.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter