Boom economico per il settore dei dispositivi medici israeliani

boom-economico-per-il-setto

Boom economico per il settore dei dispositivi medici israeliani. Il settore dei dispositivi medici israeliani offre opportunità per aziende di tutto il mondo. Daniel Green, partner dello studio legale israeliano Yigal Arnon & Co, prende in esame per Medical Plastic News l’aumento degli investimenti cinesi nel settore dei dispositivi medici israeliani e le lezioni che gli aspiranti investitori possono imparare da questa esperienza.

Mentre la Cina continua a passare dal centro di produzione globale ad un’economia basata sull’innovazione, il settore tecnologico di Israele ha attirato la sua attenzione. Le scienze della vita e l’industria della tecnologia medica hanno registrato una crescita ed uno sviluppo negli ultimi anni che rendono Israele una nazione protagonista del mercato della sanità mondiale. Questi fattori stanno portando a sempre più investimenti di successo, in particolare dalla Cina.

Le fonti primarie dell’innovazione medica israeliana risiedono nella forza del sostegno del governo, nella presenza attiva delle istituzioni accademiche e mediche di classe mondiale e dalle forti aziende di tecnologia medica che danno vita ad importanti soluzioni salvavita.

Un certo numero di importanti istituzioni accademiche e mediche all’interno di una piccola area geografica di Israele hanno portato alla fertilizzazione incrociata delle conoscenze. Ciò ha alimentato l’innovazione nella tecnologia medica.

Le istituzioni mediche come l’Hadassah Hospital, il Rambam di Haifa e l’ospedale Ichilov di Tel Aviv, oltre ai centri accademici come l’Università di Tel Aviv, il Weizmann Institute, il Technion di Haifa e l’Università Ebraica di Gerusalemme continuano a pubblicare articoli scientifici.

Queste istituzioni hanno sviluppato uffici di trasferimento tecnologico (UTT) per la commercializzazione e la concessione di licenze di tecnologie sviluppate da parte dei propri collaboratori.

Il sostegno del governo

Circa 10 anni fa, Israele ha riconosciuto l’importanza del sostegno del governo per aiutare il settore di ricerca e sviluppo. Con l’istituzione dell’Ufficio dello Chief Scientist a metà del 1980 (ora Israel Innovation Authority), è stato possibile avventurarsi nel grande mondo della tecnologia medica per richiedere un sostegno finanziario per la ricerca e sviluppo. Il sostegno del governo è previsto anche attraverso schemi di incubazione, molti dei quali hanno lo scopo di attirare competenze globali per supportare le startup locali.

La presenza di aziende medtech globali

Le aziende globali come ad esempio la Johnson & Johnson, hanno centri di ricerca e sviluppo in Israele per accedere al talento medico del Paese. La Teva Pharmaceuticals, la società di farmaci generici, è fortemente coinvolta nelle attività di ricerca e sviluppo nel settore delle scienze della vita. Tutto ciò, produce un flusso costante di nuove scienze della vita, di nuove startup e di conseguenza di nuove tecnologie mediche.

Opportunità di finanziamento

In termini di opportunità di finanziamento, per le prime fasi le aziende medtech, hanno molte opzioni. Anche se non tutte le imprese sono in grado di beneficiare di un finanziamento “angel”, c’è stata una crescita di sostegno fornito da acceleratori, incubatori e, più recentemente, club degli investitori accreditati. Il capitale di rischio svolge anche un ruolo importante nel finanziamento per le imprese di tecnologia medica in Israele, con alcuni tra i principali venture capitalist che hanno fondi istituiti, focalizzati su investimenti in startup israeliane. Inoltre è stato registrato anche un aumento significativo di Venture Capital cinesi che investono nel settore dei dispositivi medici israeliani.

Non vi è dubbio che le scienze della vita e le imprese medico-tecnologiche siano una parte importante del settore high-tech israeliano e continueranno a contribuire alla crescita incredibile di Israele.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter