BlueSky: lo scanner che rileva il melanoma della pelle in tempo reale

BlueSky lo scanner che rileva il melanoma della pelle in tempo reale

BlueSky, basato sulla tecnologia DOSI (differential optical spectro-polarimetric imaging), è il nuovo dispositivo portatile che fornisce in tempo reale i risultati relativi al melanoma della pelle. Lo scanner si basa sull’analisi dei nei sulla pelle.

Lo scanner prototipo è stato ideato da dottor Ofir Aharon e brevettato da Scade Medical, la startup che Aharon ha fondato nel 2015.

Il sistema è stato progettato per avere un adattatore da utilizzare con uno smartphone collegato a un cloud che funziona come database per l’intelligenza artificiale (AI) in modo da rilevare nuovi tipi di cancro della pelle.

In studi clinici preliminari presso il Soroka Medical Center di Beersheva, la tecnologia DOSI ha raggiunto un tasso di rilevamento del 100% in 77 lesioni cutanee. Uno studio di proof-of-concept (POC) su 139 lesioni, condotto in cinque cliniche di Gerusalemme, Roma e Texas, ha mostrato una specificità e una sensibilità del 92% circa.

Il nuovo metodo si è dimostrato circa quattro volte migliore dell’attuale metodo istologico della dermatoscopia standard.

BlueSky lo scanner che rileva il melanoma della pelle in tempo reale

Come riporta un articolo Israel21c, il dott. Ofir Aharon ha evidenziato come i primi test sul dispositivo siano già stati positivi:

“Abbiamo già salvato sette vite nelle cliniche dove abbiamo testato il nostro dispositivo. Una donna di 25 anni che ha accettato di sottoporsi ad una scansione con il DOSI ha detto di avere da molti anni un neo sulla gamba. L’hanno scansionato con il macchinario e ho notato una deformazione. Nonostante cinque dermatologi ritenessero il neo innocuo, ho convinto la donna ad un esame più approfondito. Il neo si è rivelato essere un melanoma in fase avanzata. In poche settimane il tessuto si sarebbe metastatizzato. Senza la tecnologia DOSI adesso la donna sarebbe morta”.

Il prof. Avner Shemer, un dermatologo dello Sheba Medical Center di Tel HaShomer, afferma che il prototipo BlueSky mostra un grande potenziale per aiutare i dermatologi a fare una diagnosi più certa sul melanoma e potrebbe persino essere usato a casa dai pazienti per controllare i propri nei presenti sulla pelle. L’invenzione di Ofir è il primo dermoscopio dinamico. Vede gli ioni polarizzati all’interno del neo che si muovono in modo diverso rispetto a un neo benigno. È un sistema unico ed è molto intelligente”.

Il primo passo per la startup israeliana è di avviare delle sperimentazioni cliniche per l’approvazione della FDA negli Stati Uniti, per ottenere il marchio CE in Europa e per l’MDSAP in Canada.

RetweeTech