Azienda israeliana mira a prevenire gli incidenti sui motocicli

Azienda israeliana mira a prevenire gli incidenti sui motocicli. Gli incidenti motociclistici sono una delle principali cause di morte innaturali al mondo. Una nuova tecnologia di comunicazione wireless tra bici e veicolo (B2V) dell’israeliana Autotalks, è stata progettata per provare a risolvere questo problema.

Le motociclette sono caratterizzate dalla loro dimensione relativamente piccola, ad alta manovrabilità e velocità, che rendono difficile l’identificazione e predire i loro movimenti.

B2V migliorerà la sicurezza dei motociclisti.

Queste le parole Hagai Zyss, CEO di Autotalks a ISRAEL21c:

La soluzione B2V di Autotalks permette di individuare i motocicli che non sono visibili all’occhio umano o alle telecamere di qualsiasi tipo.

L’unità B2V utilizza una comunicazione a corto raggio per consentire alle vetture e alle moto di scambiarsi dati come la velocità, la direzione di marcia, la posizione e la modalità di frenata in movimento, indipendentemente dal tempo e dalla visibilità.

Sulla base di questi dati scambiati automaticamente, il dispositivo prevede in millisecondi cosa accadrà nei successivi 5 o 10 secondi, consentendo così all’utente di intervenire tempestivamente.

È un sensore semplice e affidabile che ridurrà gli incidenti tra moto e veicoli e anche tra veicoli. Speriamo possa diventare una tecnologia di uso comune come le cinture di sicurezza.

Sia gli Stati Uniti sia alcuni paesi europei si stanno muovendo sempre più verso normative che obblighino i fabbricanti di autovetture ad incorporare tecnologie per prevenire le collisioni tra veicoli. Già la maggior parte delle macchine sono oggi equipaggiate con una tecnologia israeliana leader in questo settore: la Mobileye.

Con sede a Kfar Netter, Autotalks è stata fondata nel 2008 e attualmente conta circa 65 persone. Recentemente, Autotalks ha raccolto 40 milioni di dollari in un round di finanziamento per espandere il proprio mercato in tutto il mondo.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter