Auto: nuova tecnologia consente di toccare il touchscreen sul cruscotto senza distrarsi dalla guida

Auto nuova tecnologia consente di toccare il touchscreen sul cruscotto senza distrarsi dalla guida

Una innovativa tecnologia consente di guidare la macchina e allo stesso tempo di controllare musica, telefonate, messaggistica e navigazione senza distogliere gli occhi dalla strada.

Molte auto hanno il touchscreen sul cruscotto tramite il quale i conducenti controllano varie funzioni. Lo schermo però può essere una distrazione e causare incidenti.

La startup israeliana Inpris ha sviluppato la tecnologia Sightless Touch, un sistema che permette a chi guida un veicolo di toccare pulsanti specifici sullo schermo, senza distrarsi dalla guida.

Il conducente posiziona tre dita in qualsiasi punto dello schermo, il software si calibra automaticamente alla posizione delle dita. Ogni dito è preimpostato per controllare una funzione: uno controlla il telefono, uno la navigazione e uno la musica. Se ad esempio si vuole ascoltare la musica, il conducente lascia sullo schermo il dito impostato per la musica, che può essere l’indice, e rimuove le altre due dita.

Con il dito per la funzione “musica” sullo schermo, il conducente scorrere nella direzione (su, giù, destra o sinistra) di una delle quattro opzioni per selezionare un’azione. Le funzioni di navigazione e telefono funzionano allo stesso modo.

L’intero processo per essere completato non richiede più di tre secondi, contro una media di 30 secondi di distrazione per completare semplici attività utilizzando i comandi vocali. Con l’uso continuato, il conducente svilupperà la memoria muscolare e non sarà tentato a distogliere lo sguardo dalla strada o pensare troppo per eseguire un comando.

Si può scegliere di avere anche una guida vocale che ricordi quali sono le opzioni e quale direzione scorrere per ciascuna. Quindi oltre al sistema di collegamento, il conducente può usare il sistema di controllo vocale ibrido che farà una delle quattro domande già preimpostate. Ad esempio a seconda la voce potrà chiedere “Chi chiamare?”, “Dove si va?, Quale musica riprodurre?”, “Chi inviare un messaggio?”.

La tecnologia di Inpris, come riportato in un articolo del Times of Israel, ha l’obiettivo di ridurre al minimo la quantità di conversazione che l’utente deve fare, perché spesso i conducenti che hanno la tecnologia di comando vocale nelle loro macchine impiegano molto tempo cercando di farsi capire dalla tecnologia, specialmente se ci sono bambini che urlano o altri rumori forti in l’auto. Le domande poste dal comando vocale sono brevi e dirette e i conducenti devono rispondere in una o due parole.

Il sistema non richiede agli utenti di fare clic su pulsanti specifici sul dashboard, ma è completamente basato sulla direzione, quindi i conducenti possono scorrere in qualsiasi punto dello schermo e ottenere lo stesso risultato.

Inoltre se il conducente desidera utilizzare un touch screen in un posto più comodo invece di interagire con la console centrale, può utilizzare lo smartphone.

La tecnologia brevettata dalla startup con sede a Gerusalemme, fondata nel 2011 da Nissan Yaron e da suo padre Ben-Etzion Yaron, su alcune auto è già stata integrata ma nei prossimi anni la potremmo vedere su tutte le macchine.

RetweeTech